Categoria: News

Festa dello sport a Genazzano: Minatori presenti!

Come lo scorso anno i Minatori prenderanno parte alla manifestazione organizzata dal comune di Genazzano. Durante l’evento che si terrà al castello Colonna sarà possibile conoscere i giocatori e gli allenatori della squadra, imparare con i nostri tecnici i fondamentali di questo sport e, perché no, prendere informazioni per partecipare ai nostri allenamenti e diventare un giocatore di Football Americano. Ovviamente c’è spazio anche per le ragazze, le nostre Dinamiti infatti saranno ben disponibili per qualsiasi dimostrazione e informazione e far vedere che il football americano non è solo uno sport da maschi.

Come lo scorso anno i Minatori prenderanno parte alla manifestazione organizzata dal comune di Genazzano. Durante l’evento che si terrà al castello Colonna sarà possibile conoscere i giocatori e gli allenatori della squadra, imparare con i nostri tecnici i fondamentali di questo sport e, perché no, prendere informazioni per partecipare ai nostri allenamenti e diventare un giocatore di Football Americano. Ovviamente c’è spazio anche per le ragazze, le nostre Dinamiti infatti saranno ben disponibili per qualsiasi dimostrazione e informazione e far vedere che il football americano non è solo uno sport da maschi.
 
Clickate Qui per segnarvi il nostro evento su Facebook
Dove Trovarci
Si svolgerà nello splendido scenario del Castello Colonna e del Parco degli Elcini la 2 º Festa dello Sport di Genazzano nei giorni di sabato 23 e domenica 24 settembre.
Dopo il grandissimo successo di pubblico e di critica per la prima edizione dello scorso anno, verranno riproposte ancora due bellissime giornate di sport, all’insegna del benessere fisico e mentale. Tantissimi gli eventi e le dimostrazioni che consentiranno ai visitatori di conoscere e provare una moltitudine di sport.
Con l’organizzazione di 15 Associazioni di Genazzano sarà infatti possibile passeggiare nel Castello Colonna e nel Parco degli Elcini per incontrare Calcio, Atletica, Ciclismo, Tiro con l’Arco, Football Americano, Tennis, Basket, Sci-Snowboard, Karate, attività di primo soccorso, e diverse attività di Danza, Fitness, Ginnastica, attività cinofile.
All’interno della Festa ci saranno esibizioni, competizioni, stand informativi, stand gastronomico ed al termine delle giornate anche spettacoli dal vivo. Giornate dedicate allo sport anche come mezzo di promozione e valorizzazione del territorio. Di particolare rilievo la presenza straordinaria dei ragazzi del Coro Mani Bianche Roma, che si esibiranno sabato 23 alle ore 19.30 presso Piazza San Nicola.
Non vi resta che indossare tuta e scarpe per venire a provare il vostro sport preferito o per conoscerne tanti altri!

gettate le basi per un grande progetto

Sono molte le novità di quest’anno in casa Minatori. A cominciare dal campo: la squadra, in attesa dei
lavori di ristrutturazione dello stadio Luigi Ariola, si allenerà al Pala Iaia di Palestrina, struttura moderna e
completa di tutto il necessario per la preparazione atletica.
La dirigenza Caroselli ha portato una ventata di freschezza nella squadra, che quest’anno ha firmato per
i suoi primi sponsor. Non solo, il Luigi Ariola ,una volta completati i lavori, tornerà ad essere di nuovo la
casa dei Minatori, con tanto di campo di nuova generazione. Il presidente Federico Caroselli ha speso gli
ultimi mesi a rinforzare la società, partendo proprio dal discorso sponsor e stadio, per garantire un inizio
di stagione “col botto” ai suoi giocatori.
Novità più importante di quest’anno sarà la giovanile dei Minatori: il programma,molto importante per
affermare il football nel territorio e per crescere nuovi futuri Minatori, è in continuo sviluppo. Sono già
molti i ragazzi che nel corso delle manifestazioni nelle scuole hanno mostrato interesse per questo sport,
e ora è il momento giusto per riunirli sotto lo stemma del piccone. Grandi aspettative, quindi, per questo
progetto ed ovviamente sono aperte le iscrizioni.
La senior, tornerà ad allenarsi proprio oggi 30 Agosto al Pala Iaia di Palestrina, e l’umore è alle
stelle. Con i Minatori, anche le Dinamiti torneranno in campo per la preparazione atletica. Definiti anche
gli obbiettivi di quest’anno, sia per la maschile che per la femminile.
Ora che è tutto pronto, non rimane altro che tornare a giocare e vincere.

La dirigenza fa le cose per bene

Una lettera recapitata a casa, firmata a mano dal presidente. Questa la convocazione ufficiale inviata dalla dirigenza Minatori a tutti i giocatori, per far capire da subito che aria tirerà quest’anno.
Il risultato della scorsa stagione è stato incoraggiante ma il presidente Caroselli vuole di più dai suoi ragazzi e in accordo con il coach Annoscia ha fissato l’inizio degli allenamenti al giorno 28/8/2017 con l’inizio della preparazione atletica.
Ma oltre a volere di più la dirigenza cerca anche di dare di più ai suoi atleti. Durante la riunione di fine stagione sono stati infatti presentati quelli che saranno i partner dei Minatori per la stagione 2017/2018 e che in diverse modalità aiuteranno la crescita della società permettendo allo staff tecnico di migliorare le attrezzature e di acquisirne di nuove.

Oltre le attività senior i minatori vedranno impegnati gli atleti più giovani nel campionato nazionale U19 grazie all’accordo con Roma Scuola Football che unitasi alla compagine di Grizzlies e Marines formerà una squadra unica per concorrere al meglio al titolo nazionale. Per loro l’appuntamento è a partire da Sabato 2 settembre, all’atletico 2000 in casa della RSF per gli allenamenti congiunti che aiuteranno coach e giocatori provenienti da tutte le squadre ad affiatarsi ed affinare quelle meccaniche di gioco che solo tanto allenamento insieme può migliorare.

Rinnoviamo quindi l’invito a tutti i più giovani che vorranno partecipare al nostro programma “a Scuola di Football” con allenamenti e coach dedicati a partire da lunedì 4 settembre. Per info e iscrizioni potete inviare una e-mail a Minatoricave@gmail.com o contattare direttamente uno dei nostri dirigenti
Dario Frisicaro: 340.2610318 ( Responsabile Settore Giovanile)
Cristina Caroselli  392 564 3484 (Direttore Sportivo)

e come sempre GO MINERS!

All star Game 2017 III Divisione

North Conference contro South Conference, i migliori giocatori delle squadre del nord contro i migliori giocatori delle squadre del sud e tra questi c’era anche il nostro Emilio Biello

inizio della giornata alle 14:00 di sabato dove il coaching staff incaricato di seguire il gruppo del sud ha radunato i ragazi spiegando gli shemi che avevano preparato le partita e iniziando a far rodare a questi ragazzi provenienti da squadre diverse, tutti i meccanismi e gli automatismi che fanno funzionare un playbook
il team Sud era guidato dal coaching staff dei Terni steelers agli ordini di Coach Limongelli, chiamato anche ad organizzare la difesa.  L’impostazione dell’attacco invece è stata guidata dalle mani esperte di Coach Valerio Bozzarini.

Fuoco alle polveri

Inizio gara che ha fatto capire subito il ritmo di gioco, Prima corsa bloccata,subito dietro la linea di scrimage e al terzo tentativo un Fumble fa passare la palla al team del Sud.
Attacco incentrato principalmente sui passaggi vede l’avanzata della compagine in nero inesorabile fino al primo touchdown di Spiaggi ( Predatori Golfo del Tiguglio) che a fine partita riceverà anche il premio MVP come miglior giocatore con 3 TD e più di 100 Yards ricevute.

Primo tempo che si conclude con il risultato di 21-0 per il team sud con gli “ospiti” costretti al recupero. Qualcosa accade però negli spogliatoi perchè alla ripresa il team in bianco mostra molto carattere e inizia la sua rimonta. Longo si inventa una corsa fantastica, rompe due placcaggi e in equilibrio più che precario salta a pochissime yard dalla goalline e si allunga per la prima segnatura, calcio addizionale trasformato.

L’attacco del sud fatica a mettere a segno punti e il nord accorci ancora le distanze, Ancora con longo che con una corsa esterna entra quasi intoccato in endzone per il 13-21. Il nord comincia a crederci mentre il sud Vacilla e tentenna, si tenta con un onside Kick ( calcio iniziale lanciato corto con la speranza di recuperarlo e rientrare in partita con l’attacco) che però viene recuperato dal SUD in posizione molto favorevole.
Coach Bozzarini non ci sta e sprona i suoi ad allungare le distanze. Ravera cerca spiaggi al centro che inizialmente sfiora solo il pallone che si impenna ma la sua prontezza di spirito la fa girare velocemente alla ricerca del pallone vacante e lo recupera direttamente in touchdown prima che cada. 13-27 e il team sud riacquista fiducia. Ancora un TD del nord ma è pronta la risposta del Sud che a pochi secondi dalla fine con una corsa del QB Ravera allunga per il 21-33, trasformazione da due punti fallita e risultato finale che vede vincitori i ragazzi del team Sud

Festa grande e premiazione per tutti con l’entusiasmo a farla da padrone

 

L’intervista

A fine partita abbiamo intervistato il nostro protagonista ancora in estasi per l’adrenalina della partita. Ottima la sua prestazione con numerosi placcaggi e un lancio deflettato.

Un cerchio che (purtroppo) si chiude

Era tutto iniziato al C.S. Virgilio Maroso di Terni e purtroppo li si è concluso il percorso dei Minatori Cave nel campionato di terza divisione 2017. l’obiettivo di coach Annoscia era quello di far arrivare la squadra alle wildcard al secondo anno, ampiamente raggiunto visto che i ragazzi di Cave sono arrivati fino ai quarti di finale incontrando per la terza volta i primi classificati del loro girone, gli steelers Terni.

Come sempre uno dei metch più belli e avvincenti, quello tra i Minatori e gli Steelers, che vede i ternani vincenti per 44 a 14. I ragazzi di coach Limongelli hanno subito messo in chiaro le cose sul campo, portandosi in vantaggio già dal primo quarto con 3 splendidi tochdown. L’attacco bianco blu fatica a trovare strada palla a terra e il qb Ilardi cerca ogni modo per far avanzare il pallone, la difesa capitanata da Grossi comincia a reagire ma non basta. Secondo quarto che inizia ancora con una segnatura ternana poi il buio… nel vero senso della parola… I fari dello stadio infatti si spengono di colpo rievocando quel famoso superbowl di New Orleans dove i ravens e i 49ers si affrontavano per il titolo di campioni 2014.
Attimi di attesa che hanno permesso all’attacco ospite di schiarisi le idee e tornati in campo Ilardi lancia in maniera perfetta per Macchi che al centro della difesa di casa riceve in tranquillità e si involta fino alla endzone per il parziale 29-6, è Grossi poi con un calcio a trasformare. Ma non basta, e terni vuole chiudere l’incontro. Al rientro dopo l’half time Terni mette a segno altre due segnature che chiudono definitivamente l’incontro. I minatori però con un’ultimo slancio conquistano campo alla vecchia maniera avanzando di forza e compatti, e una QB sneak da una yarda permette al capitano Ilardi di incrementare il punteggio e ancora Grossi trasforma per il risultato finale 44-14

Si conclude quindi qui l’avventura dei nostri ragazzi che però terminano il campionato 2017 rifacendosi ad una frase di Sir Winston Churchill

“Ora questa non è la fine. Non è nemmeno l’inizio della fine. Ma è, forse, la fine dell’inizio.”
#GOMINERS

 

Foto by Nunzio Foti

Minatori Cave: sconfitta dolce-amara

Nell’ultimo confronto del girone C i Minatori escono sconfitti contro un’ottima Terni. Ma i playoff ci sono e pure le premesse per affrontarli al meglio.

E’ stata una giornata dal retrogusto amaro quella di sabato sera a Cave, dove i Minatori hanno ospitato gli Steelers Terni per l’ultima partita del girone C di III Divisione Fidaf.

13-41 è il risultato finale in una partita che (almeno all’inizio) è stata più che equilibrata.

I Minatori passano in vantaggio quasi subito grazie ad una corsa di Calvario, punteggio finalizzato poi dal capitano Grossi con un calcio che sancisce l’iniziale vantaggio per 7-0 della squadra di casa.

A pareggiare i conti ci pensa Almeida a meno di due minuti dalla fine del primo quarto: corsa e kick valido portano gli Steelers al pareggio.

E’ dal secondo quarto che Terni si afferma in campo, con tre TD firmati Dominici, Varriale e Amato che portano il risultato a 27-7.

Uno scatto d’orgoglio dei Minatori arriva nel terzo quarto con Giulio Rossi che sfonda la difesa avversaria e segna un TD, stavolta non finalizzato dal calcio di Grossi.

I Minatori provano a reagire ulteriormente, ma qualche imprecisione di troppo in attacco e una superiorità tecnica degli Steelers non concedono molto alla squadra di casa, che dopo gli ultimi due TD della partita dei giallo-neri (firmati Amato e Sutera), chiude la partita al risultato di 41-13.

Una sconfitta nell’ultimo match del girone, contro l’unica squadra che quest’anno è riuscita a fermare (tra l’altro proprio nella prima di campionato) la squadra di coach Annoscia.

E’ comunque da ammirare la passione che hanno messo le due squadre in campo. Qualche malizioso avrebbe potuto pensare che le due squadre, ormai matematicamente ai playoff, si sarebbero risparmiate in campo, sabato. Ma la partita a cui abbiamo assistito non è stata affatto “trattenuta” o tranquilla. Le due squadre si sono scontrate a viso aperto, senza risparmiarsi, e a tratti creando anche un equilibrio fisico tale da non lasciare nulla per perso.

I Minatori ne escono sconfitti, vero, ma dopo una prova di nervi e di tecnica che può essere uno spunto ulteriore per migliorare e affrontare partite per nulla facili come quella contro Terni.

Gli Steelers si sono confermati superiori tecnicamente, non senza qualche spauracchio avuto nella prima fase del match, sicuramente più combattuta.

Le due squadre del Centro Italia si sono confermate come una realtà solida e ostica da affrontare. I playoff ci sono, gli avversari ancora no (anche se qualche nome viene già ipotizzato) e le due squadre hanno due settimane per valorizzare il lavoro di una stagione e concentrarlo in quelle che saranno, ne siamo sicuri, delle belle sfide.

Molte le persone sugli spalti (tra tifosi sponda Minatori e sponda Terni) e molti i festeggiamenti: i Minatori e gli Steelers, a fine partita, si sono riuniti per festeggiare il compleanno del neo-presidente dei Minatori Federico Angelo Caroselli.

Un’altra buona pagina per il football americano.

GLI MPV DELLA PARTITA

Marco Sutera, WR degli Steelers

Avete incontrato i Minatori nella prima partita di campionato. Che squadra avete trovato stasera?

Hanno giocato benissimo, è stata una partita, soprattutto all’inizio ma anche fino alla fine, dura. Nonostante il punteggio sono stati bravi, tanto da farci anche 13 punti. Ed è stata dura anche in attacco.

Avete avuto accesso ai playoff da primi in classifica. Vi aspettate di incontrare qualcuno in particolare? Voi della defense, come pensi che reagirete ad una squadra nuova da incontrare?

Non ho la più pallida idea di chi incontreremo…abbiamo però tre settimane per allenarci e lo faremo tantissimo per lottare al meglio.

Silvio Amato, LB degli Steelers

E’ stato un risultato importante, 41-13. Ti aspettavi una vittoria così delineata?

No. Ci aspettavamo che sarebbe stata una partita equilibrata. Siamo squadre che hanno entrambe da lavorare.  Cave è una squadra che dall’inizio del campionato non ha fatto che crescere e si è visto oggi. E’ una squadra che ha dimostrato in campo un continuo miglioramento, noi abbiamo dimostrato di avere un potenziale da poter sfruttare e siamo fiduciosi. Perché siamo una squadra unita, una famiglia e sappiamo in cosa dobbiamo lavorare.

Gli Steelers sono una squadra affermata da più tempo nel campionato,

Secondo me conta poco da quanto una squadra ha iniziato a giocare, perché comunque sono tre anni che questa squadra (i Minatori) ha iniziato  e ha dimostrato una voglia di crescere come gruppo, come famiglia e come tecnica.

Qual è ora il vostro obbiettivo?

Vincere una partita. L’anno scorso siamo arrivati alle semi-finali di Conference, perdendo fuori casa contro gli Sharks Palermo.

Simone Mattogno, NG dei Minatori
MVP della difesa, che attacco ti sei trovato ad affrontare sabato?
Ci siamo trovati di fronte ad un attacco ben preparato, come già ci aspettavamo.
Ora che siete ai playoff, in cosa pensi che deve migliorare la squadra per le sfide future?
Penso che noi come squadra dovremmo impegnarci molto per esser più preparati atleticamente , ci siamo infatti trovati di fronte ad avversari molto veloci e forti fisicamente.
Sei uno degli ultimi acquisti dei Minatori. Come ti trovi in questa squadra?
Questa squadra la vedo come una famiglia , mi trovo benissimo. Andiamo tutti d’accordo ed è questo che ci porta avanti: l’unione.
Giulio Rossi, WR dei Minatori

Che attacco avete trovato rispetto alla prima giornata di campionato?

Innanzitutto devo dire che, tanto quanto la prima, questa è stata una partita molto difficile e molto sentita. Soprattutto a livello nervoso e mentale. Il fatto di giocare contro una squadra di alto livello, da papabile finale di playoff, ci ha caricati emotivamente. Forse troppo.
L’attacco come anche all’andata ha girato, anche se troppo spesso intoppato per errori dovuti a quanto detto sopra.
Abbiamo fatto tutti del nostro meglio, la difesa avversaria si è mostrata ancora una volta implacabile.

Riprendendo l’ultima domanda, hai visto dei Minatori cambiati rispetto alla prima partita di questo campionato e se sì in cosa?

Minatori che nella prima partita dovevano ancora rompere il ghiaccio, in questa molto tesi e forse troppo carichi emotivamente. Questo ci ha portato a fare qualche errore di troppo. Nel complesso la squadra ha giocato bene e questa sconfitta ci da ancora più grinta per lavorare sodo in vista dei playoff…correggere più errori possibili e domare i sentimenti!

Playoff al secondo campionato disputato. Pensi che questa squadra continuerà a crescere a ritmo così esponenziale?

Quella che stiamo vivendo è veramente un’esperienza straordinaria. Siamo un gruppo unito e con validi elementi, abbiamo un coach che da l’anima per noi, un gruppo di supporter da far invidia a squadre di prima divisione e una Dirigenza che fa tutto il necessario per mandarci avanti.
Abbiamo ancora tanto da imparare, tantissimo e abbiamo fame di apprendere, per questo riusciamo a crescere in fretta e soprattutto abbiamo tanto Cuore; l’elemento indispensabile in qualsivoglia sport.
Se continueremo ad avere fame di imparare e cuore nel giocare sono convinto che la nostra squadra continuerà ad ottenere ottimi risultati.

Chiara D’Ambrosio