Categoria: News

Minatori – Achei il Rematch

Circa un anno fa i minatori partecipavano per la prima volta alla post season del campionato di terza divisione FIDAF. L’accesso ai playoff passava per gli Achei Crotone. La partita diede spettacolo e tutto il pubblico rimase affascinato da uno scambio giocato punto a punto. Un gioco fisico da entrambe le parti non lasciava respiro a nessun reparto. La partita si concluse con la vittoria dei Caviselli per 28 a 24 e il personale medico è stato molto impegnato a prestare soccorso ai numerosi infortunati durante tutto l’incontro.

Domenica si giocherà ancora per la fase finale del torneo ma questa volta i minatori sono già di diritto ai quarti di finale come prima classificata del loro girone e gli Achei, ospiti, dovranno fare più dello scorso anno per passare la corazzata di Coach Annoscia.

L’incontro si svolgerà non più allo storico stadio di Cave (chiuso per rifacimento del manto erboso) ma in quel di Genazzano, paese natio del Presidente Caroselli che ha offrirà ospitalità ai minatori per questo evento.

I Minatori vengono da una “perfect Season” senza sconfitte nel loro girone, mentre quello degli achei è stato combattuto e incerto fino all’ultima giornata.

Vantaggio casalingo quindi ma anche di un turno di riposo rispetto agli Achei che hanno dovuto incontrare ancora una volta i Black Tide Catanzaro nella partita di Wild Card, vinta nella ripresa 35 a 28.

Sperando di vedere una partita avvincente come quella della scorsa stagione vi invitiamo a partecipare numerosi alla partita, Domenica 10 Maggio alle ore 16:30, Campo Sportivo LE ROSE Genazzano, Via del Crocifisso, 00030 Genazzano RM

MINATORI INARRESTABILI

Continua la serie di vittorie dei Minatori Cave che raggiungono quota 5. Nella partita che vedeva i Bianco-blu scontrarsi con i capitolini della Legio XIII il coaching staff di Fabio Annoscia ha optato per applicare il tournover lasciando spazio ai giocatori meno esperti ma non per questo meno bravi. Buona infatti la loro prestazione che, trovandosi davanti una formazione completamente rinnovata sotto l’aspetto tecnico visto l’esonero dell’head coach avversario e l’arrivo del nuovo allenatore Valerio Bozzarini, hanno saputo comunque segnare ad ogni quarto di gioco e la difesa ha retto bene fino all’ultima frazione dove ha concesso un paio di Touchdown agli avversari prontamente recuperati dal reparto offensivo assicurandosi la vittoria per 34-14.

Ci si aspettava una partita diversa da quella di andata sotto ogni aspetto. L’arrivo ad ostia di Valerio Bozzarini come allenatore ufficiale della formazione senior ha dato una sferzata al modo di giocare degli ostiensi che rispetto al running game mostrato nella prima gara hanno completamente invertito rotta e utilizzato un football più moderno fatto di lanci e formazioni molto aperte. Non è comunque bastato per impensierire i minatori cave che già dal primo quarto iniziano a controllare l’incontro.

L’indomabile Calvario apre le danze sfruttando un buco sull’esterno della formazione difensiva avversaria e si invola in Touchdown. Grossi Sigla il punto addizionale. 7-0.
Palla che passa ai legionari e subito fanno capire che non sarà una partita semplice. Passaggi corti e corse brevi gli permettono di avanzare fino alla metà campo ma mai oltre. Costretti al punt fanno tornare l’ovale in possesso dei minatori e Fusani segna con una corsa centrale da 5 yards. Grossi non sbaglia la trasformazione e porta il risultato sul 14-0. Non sono finite però le emozioni visto che a due minuti dall’half time una incomprensione tra centro e QB causano un fumble e la Legio ne approfitta per recuperarlo senza però concludere in TD.

Partita che ricomincia con Legionari al ritorno e questa volta è la difesa a dare spettacolo. Greco si oppone per ben due volte al QB ostiense prima deflettando un passaggio poi intercettandone un altro. Il QB Ilardi quindi inganna tutti con una finta di corsa su Fusani ma tiene il pallone e arriva completamente intoccato in End-Zone per il terzo TD della giornata. Ancora grossi al calcio addizione perfettamente tra i pali. 21-0.

 

La legio riesce a superare per la prima volta la metà campo avversaria ma Ronci ristabilisce subito l’ordine e intercettando un lancio lungo riconsegna la palla ai Minatori sulle proprie 33. Siamo ancora al terzo quarto e Leidi con uno sprazzo di orgoglio si oppone al QB dei minatori che mette palla in aria. Il suo intercetto infatti permette ai legionari di avanzare fino alla red-zone, non riescono a chiudere il down e sono quindi costretti a tentare il FieldGoal dalle 22 minatori. Il calcio però neanche parte perché lo snap è corto e l’holder è costretto ad inventarsi una corsa personale per tentare di chiudere almeno il down, fermato prontamente dal defensiveEnd Bruni.

Inizia il l’ultimo quarto ed è Fusani ad allungare ancora, segue i blocchi di Fusani e esce indenne dalla linea avversaria continuando la sua corsa per altre 20 yards fino a segnare il 28-0. Sempre grossi al calcio addizionale non sbaglia.


l’azione personale del #8 Franco G. permette alla Legio di accorciare le distanze e nel PAT Peccia non sbaglia portando il risultato sul 28-7.
Ci credono a questo punto i ragazzi dei fratelli Bozzarini e segnano ancora dopo essere arrivati ad una yard dal TD con una splendida QBSneak del giovane Cuomo e ancora peccia al PT non sbaglia. 28-14. Due minuti al termine e Fusani spegne una volta per tutte gli entusiasmi degli ospiti con una corsa centrale di 15 yards e fissa il risultato sul 34-14. Nel calcio addizionale la palla esce lenta dalle mani del LongSnapper Zappone e i difensori avversari ne approfittano per frapporsi tra Grossi e la sua quarta trasformazione della giornata.

Finisce così la partita, quinta vittoria consecutiva dei Minatori che si preparano al meglio all’ultimo incontro che li vedrà impegnati in quel di Cagliari contro i Sirbons prima della pausa per i playoff.

MPV della giornata per i minatori sono stati

Offense: Calvario Matteo
Defense: Biello Emilio

 

POKER DI VITTORIE PER I MINATORI CAVE

Cielo velato ma per fortuna senza pioggia quello sopra lo stadio comunale Luigi Ariola di Cave dove Minatori Cave e Fighting Ducks Roma si affrontano in quella che per i padroni di casa è la prima partita del girone di ritorno. Minatori che dominano la prima metà di gioco e Ducks alla rimonta nel terzo quarto. Finale di gara scoppiettante che vede però i Minatori prendere le distanze e chiudere in vantaggio 40-30 mettendo sul tabellino la quarta W consecutiva.

Si preannunciava una partita difficile per i Minatori visto che all’andata la pioggia e il terreno non avevano permesso alla squadra in blu di capire il vero potenziale degli avversari. Ci si aspettava da loro un gioco molto tecnico e ottimi individualità e i Ducks non si sono smentiti. Inizio di partita che vede i caviselli subito in attacco e dopo pochi minuti è Calvario ad impostare il gioco. Una splendida corsa centrale di circa 40 yards gli permette di varcare la Goal Line Avversaria e alzare il morale di capitan Ilardi e compagni. Deviato il calcio addizionale.
Nel Kick off che ne segue Grossi lancia lunghissimo ma Mannato T. si fa trovare pronto e divincolandosi tra vari avversari arriva fino alle 50. I Ducks riescono ad avvicinarsi fino alle 3, sentono il profumo del Touch Down ma Papa #44 smorza loro ogni entusiasmo. Ruba un pallone direttamente dalle mani del corridore e fa 98 yards fino alla end-zone avversaria portando il risultato sul 12-0. Non sbaglia questa volta da 1 Grossi.

Il duo Fusani-Calvario allungano il distacco ma le rispettive trasformazioni da due falliscono fissando il risultato del primo tempo sul 25-0 per i minatori.

A causa di un infortunio avvenuto a ridosso dell’Half Time l’ambulanza è costretta ad allontanarsi dal campo di gioco (fortunatamente dopo gli accertamenti il giocatore ha riportato “solo” una forte contusione al costato) e il conto alla rovescia per il ritorno dello staff medico fa tremare i giocatori. Riescono però a rientrare prima dello scadere dei 45 minuti e gli arbitri dicono che si può ricominciare.

Le parole del coaching staff dei Ducks deve aver svegliato i ragazzi durante l’intervallo che tornano in campo più carichi e determinati che mai. Mannato Tiziano sembra imprendibile e semina avversari per tutto il campo. Anche suo fratello ha qualcosa da dire e con una corsa da 60 yards accorcia le distanze.
la difesa minatori fatica a contenerli e l’attacco viene fermato bene dalla difesa ospite. Terzo quarto che termina 25-16. Nell’ultima frazione di gioco ancora Mannato T. dona speranza ai compagni accorciando il distacco portando il risultato sul 25-24. Non ci stanno i Minatori che vogliono la vittoria a tutti i costi e a suon di corse percorrono tutto il campo alternando i due RB. Fusani segna con una corsa di 4 yards e il QB Ilardi porta la palla oltre la Goal line sulla trasformazione.

La difesa in Blu reagisce e Maurizi dice no ad uno splendido passaggio di Mannato E. intercettando e dando la palla al proprio attacco. Calvario viene chiamato in causa e con una corsa di 60 yards porta ancora una volta la palla in end zone. Buono anche il calcio addizionale e Minatori che si portano sul 40-24. Eugenio Mannato non vuole essere da meno e sullo scadere della partita cerca di accorciare le distanze con una splendida corsa che però non basta a ribaltare il risultato. Fallisce la trasformazione e con quella anche le speranze dei Ducks di recuperare. Minatori che tengono il possesso dell’ovale per i restanti 60 secondi e partita che si chiude con il punteggio di 40-30.

Come all’andata il distacco è di solo 10 punti a dimostrazione del grandissimo cuore che i ragazzi dei Ducks hanno e mettono su terreno di gioco. Ma questo non basta per battere i Minatori che a punteggio pieno si preparano allo scontro con la Legio XIII, fanalino di coda del girone dopo la seconda sconfitta sullo scadere che i Sirbons di Cagliari gli hanno inferto.

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto

MVP Minatori:

ATTACCO: Matteo Calvario (FB) 174 yards corse e 3 TD
DIFESA: Marco Maurizi (CB)

Prossimo appuntamento il 29 aprile

Dettagli

Data Ora Competizione Stagione
29 aprile 2018 16:00 FIDAF Terza Divisione 2018

 

Photo: Stefano Scaccia

 

 

 

Global Ambassadors Bowl Italy

L’undicesima edizione del Global Ambassadors Bowl ritorna in Europa la settimana  prossima quando il Team Stars & Stripes sbarcherà in Italia.

La squadra selezionata presenta atleti studenti delle scuole superiori di Indiana, Maryland, Michigan, Ohio, Pennsylvania, e si recherà in Italia questo sabato, 31 marzo. Dopo una settimana di visite turistiche e tempo sul campo pratica, il Team Stars & Stripes dovrà affrontare la squadra della selezione regionale Lazio FIDAF (Federazione Italiana di football americano) sabato 7 aprile, allo Stadio Comunale Luigi Ariola a Cave a 25 miglia da Roma, calcio d’inizio ore 14:00.

La squadra ospite italiana, composta dai migliori Giocatori di football americano under 19 della regione, sarà selezionata tra i giocatori di Marines Lazio, Roma Grizzlies, Gladiatori Roma, Minatori Cave, Bufali Latina e Legio XIII Ostia, e sarà allenata da Bart Iaccarino e staff dei Ducks Lazio.

Il Global Ambassadors Bowl vede le sue origini in Giappone nel 2008 e ha portato i viaggiatori in età scolare e gli allenatori in Europa e Asia per far visitare loro il mondo, fare nuove amicizie e giocare a Football Americano. La serie ha arricchito il Giappone (2008 e 2009), Francia e Belgio (2010), Germania (2011), Italia (2012, 2013 e 2015), Spagna (2014) Repubblica Ceca e Germania (2016). L’evento e  la partita dell’anno scorso si sono tenuti in Cina per la prima volta. il Team Stars & Stripes detiene un record complessivo di 8-2.

“Che brivido sarà tornare in Italia con il nostro Team Stars & Stripes con i ragazzi delle scuole superiori, dopo aver portato questa competizione, la Global Ambassador, in Cina l’anno scorso”, ha dichiarato il presidente e fondatore della Global Football Patrick Steenberge. “Roma offre siti favolosi e opportunità di apprendimento, e visitare le rovine di Pompei sarà speciale per tutti nel tour. È sempre affascinante osservare gli occhi dei nostri giovani studenti atleti aperti alle meraviglie che vedono e l’Italia meridionale ne è piena.

“Sono incuriosito dal fatto che i nostri giocatori e allenatori facciano fronte ad una squadra All-Star della regione Lazio, dato che Fabrizio Cupellini della FIDAF svolge sempre un ottimo lavoro nell’organizzare la squadra italiana. Sono pronto!”

Mentre saranno in Italia, la festa itinerante visiterà Napoli, le antiche rovine di Pompei, per poi passare a Sorrento e Roma. Nella capitale d’Italia, vedranno la famosa Fontana di Trevi e Piazza di Spagna, faranno una visita al Pantheon e a Piazza Navona per poi fare una visita guidata al Colosseo e all’antico Foro Romano.

L’ultimo giorno di visita inizia con una messa privata nella cripta della Basilica di San Pietro, seguita da una visita guidata dei Musei Vaticani, della Cappella Sistina e della Basilica di San Pietro.

“Mio figlio Rory ha avuto il privilegio di vivere l’esperienza di una vita quando ha viaggiato in Cina nel 2017 con il Global Football”, ha detto Colleen Foley, la madre di uno dei viaggiatori del Global Football nel 2017. “È stata davvero un’esperienza che non potrà mai dimentica, incontrando giocatori provenienti da tutti gli Stati Uniti con cui è ancora in contatto in occiasione della partita a football in Cina. Rory ne parla ancora come il miglior viaggio della sua vita! ”

Il Team Stars & Stripes sarà nuovamente guidato dall’allenatore Bill Gallagher, che ha giocato nello stesso campo di Patrick Steenberge a Notre Dame e ha preso il comando del Team Stars & Stripes per gli ultimi quattro viaggi europei oltreoceano, visitando Francia, Germania, Italia, Irlanda e Spagna, ed è stato membro dello staff dello scorso anno in Cina.

John Storey è stato membro dello staff tecnico della squadra Stars & Stripes ogni anno in occasione di visite in Giappone, Cina ed Europa. Ha viaggiato per la prima volta con il Global Football nel 1997 come allenatore di linea d’attacco con la John Carroll University, e più recentemente come allenatore per il team di selezione D-III della NCAA al Tazon de Estrellas in Messico.

Coach Evan Sharpley ha goduto di una carriera atletica che lo ha portato a giocare da quarterback per l’Università di Notre Dame a viaggiare nella nazione giocando a baseball come parte dell’organizzazione dei Seattle Mariners. Ora gestisce lo Sharpley Training, per gli atleti che cercano velocità, agilità, esplosività, forza e allenamento di livello successivo.

Nasce ufficialmente il “Project ⭐ United”

Project ⭐ United è l’unione delle squadre Femminili del Lazio, ma aperto a tutte quelle realtà che non riescono a mettere in piedi una squadra Femminile per partecipare ad un campionato. L’idea era nata dalla collaborazione tra Dinamiti cave (team femminile dei Minatori Cave) e Legionarie (team femminile dei Legio XIII Roma). Hanno poi abbracciato l’idea “Le Marines” (ex Lazio marines ora Lazio Football). Un roster che al momento conta 20 ragazze con un coaching staff ancora in via di definizione che però vede come capi saldi coach per ogni compagine. Gianluca Garofalo per le Legionarie, Maristella Cupertino e Dario Frisicaro per le Dinamiti, Roberto Capata e Fabio Giuliani per Le Marines.
Il progetto ha come finalità la partecipazione delle ragazze al campionato FIDAF 2018 – CIFAF (Campionato Italiano Football Americano Femminile). Gli incontri conoscitivi vanno avanti già da un paio di mesi e in questi giorni si è trovato l’accordo per confermare il progetto e organizzare un calendario di allenamenti che tocca tutti i campi delle tre squadre così da dare a tutte la possibilità di integrarsi e trovarsi con le altre compagne.

Rimanete con noi per ulteriori aggiornamenti.

Due su Due ma la strada è ancora lunga

La partita di sabato sera tra Legio XIII e Minatori Cave non è andata come previsto. Nonostante la vittoria i Minatori non hanno espresso il football richiesto dai Coach. Ancora troppi errori in attacco non hanno permesso di sfruttare a pieno la potenzialità che il coach Annoscia ha improntato nei suoi ragazzi e che serve loro per approdare con tranquillità alla fase successiva del campionato.
Buona la prestazione della difesa invece, l’ottimo scouting fatto da Coach Cappannoli non concede molto all’attacco giallo-rosso costringendoli in più di qualche occasione al turnover e bloccando anche un calcio piazzato dalle 20.

L’esperienza e la fisicità dei minatori hanno portato nuovamente alla vittoria in questo sabato sera ad Ostia antica. I ragazzi in blu di Cave hanno a sprazzi espresso un buon football riuscendo anche a percorrere tutto il campo in pochissimo tempo, ma le troppe penalità prese, alcune forse anche a causa di sviste arbitrali, hanno limitato il risultato e non di poco. Sono 3 infatti i TD annullati che avrebbero fatto eguagliare il risultato dello scorso anno e avrebbero permesso di capire meglio l’andamento di questa partita. Poca concentrazione e nervosismo in campo sono però la causa principale di questo risultato e la Legio ne ha approfittato. Una safety concessa a causa di uno snap sbagliato e l’ottima ricezione del WR Santirocchi su un passaggio lungo sono state le uniche due occasioni in cui i ragazzi di coach Mazzanti hanno visto la end-zone avversaria. Ottimo il lavoro di Fusani e Calvario che si sono intervallati in attacco alternando corse centrali ed esterne e non lasciando tempo alla difesa di casa di adeguarsi, sfruttando i blocchi fatti dalla propria linea e varcando la Goal Line anche intoccati.

In difesa sì è notato un netto miglioramento rispetto alla partita precedente complice forse anche un campo leggermente migliore rispetto a quello dell’eur. Tre sono le conversioni di quarto down bloccate, un field goal deviato dall’ottima penetrazione della linea difensiva e un bellissimo intercetto del capitano Grossi danno spesso la palla all’attacco e non concedono molto agli avversari. Da elogiare la prestazione del LB Greco che dal lato della panchina avversaria non ha dato respiro a quarterback e corridori (nominato poi MVP della difesa per questa partita).
Appuntamento in casa Minatori il 25 marzo, quando i Sirbons di Cagliari verranno in trasferta nel continente e cercheranno di arrestare l’avanzata bianco-blu.

MVP

Matteo Calvario

Nazionalità
ita Italia
Posizione
Fullback
Squadra corrente
Due su Due ma la strada è ancora lunga, MVP

 

 

Lorenzo Greco

Nazionalità
ita Italia
Posizione
Outside linebacker
Squadra corrente
Due su Due ma la strada è ancora lunga, MVP